venerdì 23 gennaio 2009

Libertà di critica?

Che Beppe Grillo fosse un ottimo comico e un gran comunicatore lo sappiamo tutti (o quasi...).
Recentemente lui ha scoperto una nuova vocazione, quella di capo-popolo, ebbro di consenso arringa le masse, lancia anatemi, raduna folle oceaniche. Gli manca solo un palazzo con un balcone su cui affacciarsi e sarebbe perfetto...
Recentemente il buon Beppe scopre un'altra sua vocazione (profiquo quest'ultimo decennio), quella di Censore...
Sul finire dello scorso anno Al Jazeera mette in cantiere una puntata di "People and Power" dedicata all'Italia. Uno dei protagonisti principali della puntata è proprio Beppe Grillo.
Il documentario (della durata di una ventina di minuti) è interamente disponibile su YouTube:





Finché si parla dei soliti argomenti va tutto bene, se non fosse che ad un certo punto Gad Lerner esprime un'opinione non proprio lusinghiere su Grillo che, guarda caso, sparisce sulla versione del documentario pubblicata sul sito del comico genovese, che (stranamente) dura appena una decina di minuti...



Che dire, bella la libertà di critica.
A meno che non ti si ritorca contro...



25/09/2009
Piccola nota a margine: a quanto pare YouTube ha recentemente eliminato il video (censurato) di Grillo per "Violazioni dei termini di servizio". Si saranno finalmente accorti che quella bestia spaccia per propri i video che saccheggia altrove?



26/09/2009
YouTube ci ha ripensato.
E va bene. Concentriamoci sul lato positivo della cosa. Se non altro tornano online i video di Travaglio.

Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.

1 commento:

  1. Le analisi sinottiche sono sempre utili, questa mi mancava, sei stato bravo!

    RispondiElimina