lunedì 9 marzo 2009

I watched the watchmen

E alla fine il film è uscito....
Sono le 20.00 di venerdì ed esaltato come un ragazzino alla sua prima canna faccio la fila per comprare il biglietto.
Sono le 20.30 e finalmente si spengono le luci in sala.
Quasi tre ore dopo le luci si riaccendono. E quindi? Beh, tutto sommato poteva andare peggio.
Sia chiaro, il film tratto dallo storico fumetto di Alan Moore e Dave Gibbons è tutt'altro che perfetto, anzi...
Solamente soddisfa le aspettative che mi ero creato in proposito.
Quelle cioè di un film d'azione con degli interessanti sottintesi politici, graficamente e visivamente spettacolare (grazie anche all'apporto di Dave Gibbons) e con qualche inconsistenza nella trama che di tanto in tanto grida vendetta.
Se proprio dovessi stilare una lista della spesa con le parti migliori e peggiori del film direi che nella seconda categoria vanno sicuramente:
  • La sequenza di combattimento iniziale. Semplicemente troppo lunga.
  • L'uso del termine "Watchmen" (che nel fumetto non viene mai usato) in riferimento ai personaggi.
  • Il modo atrocemente rapido in cui Rorschach e Nite Owl scoprono che l'artefice della morte di Edward Blake e di tutte le loro sventure altri non è che Adrian Veidt. Cos'è, gliel'ha detto lo spirito santo?
Passando alle mie parti preferite, queste annoverano certamente:
  • La splendida colonna sonora, che ambienta alla perfezione il film nello scenario di un 1985 fittizio.
  • La carrellata iniziale in cui vengono mostrati gli esordi e i tragici destini dei primi minutemen.
  • L'interpretazione degli attori, tutt'altro che malvagia, su cui spicca quella di Jackie Earle Haley, che ci regala uno splendido Rorschach.
In mezzo tra questi alti e bassi, scorre il resto del film. Un film che beninteso si lascia vedere e la cui durata (quasi tre ore) non pesa affatto.
In fin dei conti, lo sapevamo tutti, era impossibile condensare in una pellicola di qualsivoglia lunghezza una trama densa e stratificata come quella di Watchmen. Se poi consideriamo che negli anni '80 si parlava di assegnare la parte del Dr. Manhattan addirittura ad Arnold Schwarzenegger, direi che alla fine ci è andate veramente bene.
In fin dei conti, diciamo che un buon sette riesce a guadagnarselo.
A questo punto non resta che da vedere quali scene aggiungeranno nell'extended cut della versione in DVD, che si preannuncia avrà una durata di tre ore e mezza...

P.S.: Se dopo aver letto questo post, vi siete resi conto che vi ho rivelato parte della trama e che quindi non ha più senso andare a vedere il film al cinema, inviatemi i soldi del biglietto!!!

Nessun commento:

Posta un commento