giovedì 25 marzo 2010

Rai per una notte, liberi per sempre

Mancano meno di cinque ore a "RAI per una notte", con buona pace di Silvio, dei suo scagnozzi e delle sue censure.
Non che manchino luoghi in cui vedere la trasmissione, ma per quel poco che vale, la trasmetto anch'io.
Buona visione...



P.S.: Qualora non aveste Silverlight o non vi andasse di scaricarlo state tranquilli, potete sempre seguire il programma inserendo questo indirizzo in qualunque lettore multimediale: http://live.raiperunanotte.it/videolist_loop.asx

Piccolo aggiornamento: Qualora vi foste persi la diretta, pubblico la registrazione dell'intera trasmissione...


Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.

4 commenti:

  1. Ma come? Voglio vedere se Santoro farà ancora lo spiritoso tra tre anni,quando, nonostante i tagli alla ricerca, Silvio sconfiggerà il cancro!
    Altro che "menomale che Silvio c'è":SILVIO SANTO SUBITO!!!


    Caterina

    RispondiElimina
  2. Cara Caterina,

    sono assolutamente d'accordo con te.
    Silvio Santo! Ma non subito, IMMEDIATAMENTE!!!
    A questo punto bisogna però adoperarsi affinché muoia quanto prima, a meno che non sia possibile santificarlo mentre è ancora in vita.
    Magari un bel decreto interpretativo potrebbe farci comodo...
    :D

    RispondiElimina
  3. Dubito che in Italia si riesca a sconfiggere il vero cancro...è troppo radicato e noi Italiani siamo solo una massa di quaquaraquà, sempre pronti a saltare sul carro del vincitore, soprattutto se chi vince, oltre allo scettro del comando, ha i soldi. Abbiamo svenduto ogni valore e ci siamo venduti pure l'anima.E lui conquista regione dopo regione.

    Caterina

    RispondiElimina
  4. Che ti devo dire.
    Sarà che ce lo meritiamo?

    RispondiElimina